Posizionata a due passi da Venezia, la ditta in questi anni è cresciuta e si è modernizzata nel pieno rispetto dell’ambiente, mantenendo però le proprie caratteristiche di gestione familiare.

Grazie alla recente installazione di un nuovo impianto fotovoltaico infatti, che produce una potenza di circa 50 kw di energia, l’azienda è in grado di tutelare l’ambiente traendo un risparmio economico.
Tramonte infatti si rende completamente autosufficiente dal punto di vista produttivo sfruttando Il processo di trasformazione dell’energia del sole in elettricità.

La produzione delle collezioni d’intimo ad impatto zero per il nostro pianeta diventa realtà grazie ad una fonte inesauribile di energia quale è il sole!

L’azienda così strutturata è oggi in grado di produrre una vasta gamma di articoli, per la maggior parte in fibre naturali quali cotone e Modal.

Il Modal è una una fibra morbidissima prodotta dalla polpa del legno di Faggio, i tessuti fatti di modal non si sfibrano
rispetto al cotone, essi si restringono e scoloriscono più difficilmente. Sono lisci, soffici e, se lavati in acque dure, non trattengono i minerali come il calcare sulla superficie trattata. I tessuti in modal sono stirabili dopo il lavaggio come il cotone puro.
La fibra di modal è circa il 50% più igroscopica, per unità di volume rispetto al cotone: significa che ha un’alta capacità di assorbire l’umindità, lasciando la pelle perfettamente asciutta. Per questo motivo ha un largo impiego domestico per gli indumenti e i tessuti per il bagno e per la casa.
Il modal viene spesso aggiunto al cotone per migliorarne le qualità.

tratto da

http://www.tramonte.it/